HOME - Don Grittani

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:




"Quando compresi che la società è divisa in due classi:
quella dei forti e quella dei deboli, dei felici e degli infelici
quella dei ricchi e quella dei poveri
decisi di consacrare la mia vita a sfamare i poveri
confortare gli infelici e sostenere i deboli"


Servo di Dio, Don Ambrogio Grittani



In evidenza
Partecipare al S. Sacrificio
 
Una più intima partecipazione al santo sacrificio si realizza mediante la S. Comunione. E per coloro che hanno la fortuna di ascoltare quotidianamente la Santa Messa, quale più grande grazia di una S. Comunione quotidiana?
Disse Gesù: «Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Chi mangia di questo pane vivrà in eterno. Chi mangia di me vivrà per me» (Vangelo di Giovanni 6, 51). Pane disceso dal cielo in terra per nutrire gli uomini affinché pur vivendo sulla terra, divenissero celesti. Pane che dà vita eterna, affinché gli uomini finiti, miseri, fragili non soccombessero ma vivessero eternamente nella loro anima, ma con vita eternamente beata. E chi mangia questo pane che è Cristo, vivrà per Cristo, orienterà la sua vita verso il giusto fine, non ingannerà la sua vita che deve tendere unicamente a vivere in Cristo, per Cristo e con Cristo.
don Ambrogio incontra i primi poveri dell'Opera:
Spiridione e Matteo
Il mio campo di lavoro

“Dopo una profonda riflessione, finalmente decisi: i poveri accattoni saranno il mio campo di lavoro: li amerò, li difenderò, li consacrerò la mia vita a santificarli e a nobilitarli, farò loro dimenticare i tormenti di una vita senza luce e senza speranze. Darò loro casa, affetto e una serena vecchiaia”.

«Ogni mattina i nostri poveri ascoltano la lettura di una breve meditazione, che non è fatta solo pel Consiglio ma anche pei poveri. Cosa strana? Ma no! Anche i poveri hanno diritto a meditare sulle eterne verità. Hanno anch'essi un'anima da santificare e i poveri debbono usare di tutti i mezzi adatti allo scopo. Anzi posso dire che la meditazione piace anche ai fedeli che frequentano la nostra Chiesa. Così insensibilmente si è ottenuto lo scopo della meditazione quotidiana pei fedeli. Quanto bene fanno i poveri, santificano se stessi e fanno santificare gli altri»
 (Amare 18, 30.7.1944).
CONTATTI
Istituto Suore Oblate di S.Benedetto Giuseppe Labre

Indirizzo: Via Don Minzoni - 70056 Molfetta (BA)

Tel: 080/334.42.02


Fax: 080/334.42.02

Email: oblate@dongrittani.org


 
Torna ai contenuti | Torna al menu